Tag Archives: Pantani

settembre 29

La 25esima ora di Marco Pantani.

Marco Pantani era un magnifico “cocciuto”. Stupendo finché ha vinto, pasolinianamente tragico quando ha cominciato a perdere. Da “Il carattere del ciclista” due o tre sassolini nelle scarpe che gli ho voluto far togliere.

giugno 07

The Rumble In The Jungle: Tonkov-Pantani.

Combatterono come due pugili, fino allo sfinimento. Vinse chi seppe “volare come una farfalla e pungere come un’ape”. il 7 giugno 98 Pantani vinse il suo primo e unico Giro d’Italia. Ecco a voi l’impresa decisiva: Tonkov vs Pantani, ovvero Alì contro Foreman.

maggio 04

Su di Giri.

Coraggio, tattica, fantasia. Per vincere un Giro D’Italia ci vuole un mix perfetto di caratteri. Eccone 4 che hanno fatto la storia della corsa, in partenza dopodomani per la 99esima volta.

aprile 06

È ora.

Ci siamo. Dal 19 aprile sarà in libreria il mio nuovo libro “Il Carattere del Ciclista” per Utet. Sesso, pedivelle e rock’ n roll vi aspettano. Non fateli aspettare.

febbraio 25

Ci vuole Carattere.

Cosa è che fa di Pantani un cocciuto, di Merckx un ingordo, di Sagan un guascone? Tutti, o quasi, i perché del mio nuovo libro “Il carattere del ciclista”.

febbraio 13

Il Cocciuto: Marco Pantani.

A 12 anni dalla scomparsa di Marco Pantani, una breve anticipazione dal mio nuovo libro “Il Carattere del Ciclista” in uscita per UTET. Enjoy.

marzo 13

Il mio nome è Davide. E faccio ancora il bambino.

Un giorno, gli amici di Bicilive, portale per il quale scrivo, mi hanno chiesto se volevo fare un’intervista a Davide Cassani. Ho accettato subito. L’ho fatto fondamentalmente per due motivi: il primo è che avevo appena partecipato assieme a lui, come ospite, alla serata Ciclismi Possibili. Il secondo è che Davide è da tempo, da quando forse […]

L’uomo con cui vorresti pedalare.

Dopo l’uomo con cui prendere un birra, l’uomo con cui vorresti pedalare. Breve parentesi: introduco qui un nuovo progetto, una piccola galleria di caratteri del ciclismo. Una Hall of fame personale di altarini sacri, personaggi che, nel bene e nel male, mi han raccontato una storia. Kings of pain, eroi della sofferenza, storyteller di questo sport […]

Lettera aperta al Mortirolo.

Se c’è una salita e, dunque, una fatica che manca nel mio libro, pur avendola fatta, questa comincia da Mazzo di Valtellina. Già, com’è che non hai scritto del Mortirolo? Hai parlato del Gavia, hai parlato dello Stelvio, del Galibier, dell’Alpe d’Huez, del Timmelsjoch, di Pantani… e del Mortirolo? Niente? No, niente. È il capitolo […]