Category Archives: Perché la domenica mi lasci sempre sola?

La domenica è giorno, imprescindibile, di allenamento: si ringraziano tutte le mogli dei ciclisti, ovunque esse siano.

Il bitume non sarà più lo stesso.

L’idea di fare una squadra mia mi è sempre frullata in testa. L’idea di avere un sorta di “appartenenza” a una loggia massonica e sottocarbonara ha sempre popolato i miei pedali. Ognuno iscritto con il suo team, intendiamoci, ognuno affiliato UDACE o come gli pare, ma, vivaddio, tutti accomunati da una fratellanza da cosca del […]

Mor-Tritolo.

Premessa: il Mortirolo è nitroglicerina allo stato puro. Prima di farlo, pensateci non due ma tre volte. È materiale che scotta, vi potrebbe esplodere tra le pedivelle. Non addentratevi nelle sue vicinanze, se non muniti di tanta pazienza e una dose massiccia di disturbi mentali. Il coraggio non occorre: è sentimento troppo nobile per scomodarlo. […]

Sweet dreams.

– 7 al Mortirolo, ragazzi miei. – 7 al Gavia, ragazze mie. Sotto a sognare. Panico, sconcerto, timore. Voglia matta. Il cuore batte forte, tanto che la notte ha cominciato a popolarsi di rampe e tornanti a gomito. Di rocce spioventi e cartelli che annunciano pendenze improponibili. Come sarà il Mortirolo? Cosa penserò, una volta […]

Bisbiglia il Bisbino.

Bella salita, il Bisbino. Bella davvero per Dio. Lunga, regolare regolare, mai cattiva, ma costante e inesorabile fino alla vetta. Numeri: 15 km, 1.100 m. di dislivello. Si sale da Cernobbio, a uno sputo da Como e via via le case comincian’ a diradarsi, fino a diventare briciole di paese. Tegole dimenticate dalla montagna. Montagna […]

Allungo.

Il percorso lungo della Novecolli, come tutti voi sapete (non lo sapete!? Scomunica!) è veramente duro. In grado di far selezione con il suo solo nome: al bivio, posto dopo circa 100 km, tra percorso medio e percorso lungo, sono pochi quelli che vanno per la selva oscura. Gli altri tiran dritti senza neanche guardare, […]

Cesenatico calibro 9.

Ebbene sì, da venerdì, il pericoloso, il pitone, e pietro mastino di lavater, agguanteranno la landa romagnola, dal sangue ondulato. Quel lembo di terra, fatto di piadine, colli e bandane dove faceva di casa Marco nostro che ora è nei cieli. Mission: impossibile. Mission: Novecolli, con uno occhiolino al percorso lungo. Un occhiolino, ho detto. […]

Coccolato svizzero.

Il ciclista milanese che si rechi oltreconfine, egli si prepari a venir cullato dolcemente in un altrove magico. Fatto di salite nascoste nel bosco, valli aperte ma silenti, canditi, uvette, glassa e quant’altro. Roba da leccarsi i baffi. Appena varcata la dogana di Chiasso, l’aria si fa già dolce. Egli sa che s’adopra ad entrare […]

Zinga-rapha.

http://vimeo.com/3247988 Ovverosia Zingarata in salsa Rapha. Fuga a due da tutto e tutti, anzi a quattro (due uomini e due belve da dislivello nere lucide). Praticamente un puttan-tour. E zingarata in pieno sitle Rapha. Con sveglia alle 5 e mezza della domenica. Albedo assonnata e rutilante di gioia. Leggero e musicale tacchettatare di tacchette sull’asfalto, […]

La voglia.

Tira un’aria strana da un po’. Tutta fatta di voglia di strafarsi e di strafare. Da qualche settimana, nelle mie gambe, e ancor prima nella mia testa, v’è voglia di stanare dislivelli impossibili. Concentrazione sugli obiettivi, occhi pallati sulla RAM nera nastrata a lucido della mia Cinelli Best of  e albe cariche di cattivi propositi: […]