Tag Archives: Sogni

Figurine.

Ognuno di noi ha delle figurine: quelle che rendono felici e ci fanno sentire di avere delle radici, di essere parte di qualcosa di importante. Così, per lo meno, è capitato a me. Ci ho messo poco a capire che nel libro, questa storia, non poteva mancare. Non è stato facile raccontarla, o forse sì: ho dovuto andare a rovistare in ricordi molto lontani e compiere un duro lavoro di ricostruzione per recuperare la parte “sommersa” della storia: quella che non sapevo. Alla fine credo ne sia valsa la pena. In anteprima, eccovene un breve estratto.

Timmelsjoch reloaded.

Questa settimana vi lascio con una chicca. Uno dei passaggi del mio libro che mi sono più cari. È lungo: ve lo dico subito. Prendetevi il tempo che vi serve con calma:  mi piacerebbe davvero che lo leggeste. Perché c’è dentro la salita (e il conesguente passo) che ad oggi mi ha più colpito e […]

Pedalare, scrivere, ascoltare.

Chissà che sul Mortirolo non debba suonare Lou Reed e sullo Stelvio Johnny Cash.

Alba.

E così mi sono messo a scrivere un libro. Già. Il fatto è che, adesso, la cosa, mentre la leggo, mi risuona così strana: importante, maledettamente seria. E io, io mi sento tremendamente impacciato, per non dire quasi inadatto a farla. Quasi stessi salendo lo Zoncolan con il 50. Poi però mi fermo e mi […]

Le ragioni del silenzio.

Annuntio vobis gaudium magnum: LE CONFESSIONI DI UN CICLISTA PERICOLOSO DIVENTANO UN LIBRO. Quando? marzo 2014.

Apocalypse wow.

L’orrore, l’orrore, l’orrore… (Marlon Brando) No. Non è una granfondo. No. Non è un’impresa. No. Non è la Maratona, non è la Marmotte, non è la Novecolli. E’ un magma di terrore che comincia a muoversi e serpeggiare una mattina di giugno tra le vie silenziose di uno splendido borgo medioevale di nome Feltre. Eppure […]

Lo sport più bello del mondo.

Non ho timore a scriverlo. Non ho timore a pensarlo. Il ciclismo è lo sport più epico, intenso, drammatico e bello del mondo. Nulla che sia drammatico è mai stato anche brutto. C’è un’armonia epica ed estetica unica nel dramma. La tragedia greca, da Eschilo a Sofocle insegna. Nietzsche fa il resto. E il ciclismo […]

Confessione di un ciclista pericoloso.

PREMESSA: fermi fermi fermi! Non pigiate play lassopra. Non ancora. Prima leggete, masticate, mandate giù. E’ uno di quegli annunci importanti. Poi, ma soltanto poi, me lo dovete promettere, pigiate play. Promessa da boyscout. Buon lettura. Comincia una nuova fase delle mie personali pedalte. Eppure mi piace pensare che in realtà non cambi niente. Ingenuo, […]

Winter training.

Bene. Veniamo a noi. Il Panettone non ha sortito effetti sul ciclistapericoloso. Effettuata stamane visita agonismo: 55 kg vs i 57 di un anno fa. Un figurino. Un anno, 4 granfondo, 2 in una settimana. Le più dure: Maratona e Marmotte. Decine di allenamenti con orari da malato di mente, fughe solitarie sul Garda o […]