Tag Archives: salita

giugno 22

Rock come l’Izoard

Ci sono strade che sembrano uscite direttamente da una canzone di Springsteen. Una di queste, percorsa in bici l’estate scorsa, è sicuramente la Route des Grand Alpes. Nello specifico, il lungo il tratto che da Briançon conduce in cima al Col de l’Izoard (2360 m.). Laddove regna indisturbata la natura più estrema, Ovvero la Casse […]

giugno 10

Nuvole mentali

È ormai sera, tra poco farà buio. E noi, con il sole che degrada lentamente valichiamo il Col de Vars, il quarto dei 7 Majeurs, l’ultimo di questa prima interminabile giornata in compagnia con il dislivello. Le sensazioni sono molteplici, intrise di ricordi, speranze, brevi flash della memoria involontaria. È il bello della bici, ti ricollega con le parti più nascoste della tua vita, anche quelle che credevi di non avere. Max è affamato. Io pure, ci diamo rapidi cambi nella lunga discesa verso Risoul per arrivare in tempo al Bed & Breakfast prima che chiuda. Andiamo in crisi entrambi, uno prima, l’altro dopo. Meno male, fosse successo contemporaneamente forse non saremmo mai arrivati alla fine. Benvenuti nel capitolo 4 di “Tornanti e altri incantesimi”, il mio nuovo libro per Enrico Damiani Editore. Laddove si parla di nuvole, mentali e non, e – soprattutto – di voglia di volarci sopra. Enjoy.

maggio 21

Acqua verticale

Siamo sul Colle della Lombarda, al confine tra Italia e Francia. Il secondo dei 7 Majerurs. Sigore e signori, benvenuti nel secondo capitolo di “Tornanti e altri incantesimi” (Enrico Damiani Editore)

aprile 30

Galleggiando nella libertà

“Nelle tasche capienti della mia maglia da ciclista (ho scelto quella con le dimensioni più generose, “cargo” direi), ho stipato quattro barrette, alcuni gel energetici, poi due banane e tre panini imbottiti – uno dolce e due al prosciutto”. Ecco un piccolo estratto dal mio ultimo libro “Tornanti e altri incantesimi” (Enrico Damiani Editore 2021).

aprile 16

Per amor del cielo

“Tornanti e altri incantesimi” (Enrico Damiani Editore – uscita: 22 aprile 2021), è la storia di un viaggio in bicicletta che è anche un viaggio di iniziazione. Tra fatica del corpo e divagazioni del pensiero, marmotte che fischiano e camosci che saltano

ottobre 01

Antipasto

All’alba mi attende l’affascinante giro alpino noto come “Les 7 Majeurs”. 370 chilometri e 11000 metri di dislivello, con i 7 colli “maggiori” del Giro e del Tour da scalare. 48 ore di tempo. Amici, ecco un assaggio del racconto che troverete su Alvento 12, da oggi in edicola.

ottobre 01

Tourmalet e altri incantesimi – 2

Seconda puntata del mio psico-racconto dalla Marmotte Pyrénées. La più dura e bella granfondo cui abbia mai partecipato. Dopo avervi raccontato le emozioni della partenza, ecco le prime 2 salite: il mitico Tourmalet e la misteriosa Horcquette-d’Ancizan. Enjoy.

luglio 24

Sölden Calling

Di cosa sto palrando? Beh, per chi mi conosce bene e soprattutto ha letto il mio primo libro “Ma chi te lo fa fare?” (Fabbri 2014) questa domanda dovrebbe risuonare quantomeno retorica. Per tutti gli altri, significa che sto parlando della mitica Ötztaler. La granfodno di ciclismo più dura d’Europa: 238 km e 5.500 metri di dislivello positivo. Andiamo a conoscerla assieme. Venite, vi porto per mano.

settembre 29

La 25esima ora di Marco Pantani.

Marco Pantani era un magnifico “cocciuto”. Stupendo finché ha vinto, pasolinianamente tragico quando ha cominciato a perdere. Da “Il carattere del ciclista” due o tre sassolini nelle scarpe che gli ho voluto far togliere.