#CICLISMIPOSSIBILI

Schermata 2015-02-27 a 15.30.51

Possibile? No, dico che si possa pedalare in tutti questi modi?
E che modi.
C’è quello che va alla granfondo per arrivare nei primi 100. Quello che ci va solo per finirla, quello che ci vuole portare in vacanza la moglie e i figli. Poi ci sono quelli che amano inzaccherarsi al parco, Lambro o Montagnetta che sia, e sentirsi di nuovo bimbi a bordo delle loro specialissime ciclocross. Poi ci sono quelli che la bici è solo un viaggio in solitario, un modo per scoprire, vedere, annusare le cose. E allora via di borse e tenda. Magari su e giù per i Pireneni o le Alpi francesi.
Poi ci sono i dannati della notte, quelli tutto criterium. Schegge impazzite fuoriuscite dai restanti mondi, che si muovono come sufi tra i viadotti di una tangenziale e le rotonde di Garlasco.
Insomma se vuoi pedalare, non hai che da farlo. Il modo sceglilo tu.
Da tutto questo e altro ancora, nasce il senso della serata “CICLISMI POSSIBILI” cui mi hanno invitato a partecipare.
E io ne sono veramente onorato.
Già perché, oltre al sottoscritto, ci sarà Davide Cassani, CT della Nazionale Italiana di Ciclismo, nonché inconfondibile voce del ciclismo fino a un paio d’anni fa e personalissimo altarino sacro. Ciclista ancora oggi, per passione, e ubriaco d’amore ancora perso per il suo sport. Qualità rara in un ex pro, a quanto pare.
Ci sarà Davide, ma ci sarà anche Gianluca al secolo Santilli.
Ideatore magmatico della Granfondo di Roma, e pioniere forse di un nuovo ciclismo: da quest’anno, udite udite, la GF Roma cambia e di parecchio. Si snoderà in 3 percorsi diversi, aperti a qualunque tipo di ciclista.
Infine, Ercole Giammarco, presidente, fondatore e organizzatore di Cylo Pride a lui illustrarvi i dati della bike economy e le sue straordinarie opportunità futuribili. Ma anche quanto, ahimè, l’Italia sia indietro.
Parleremo di doping tra amatori, di granfondo e turismo, di come si organizza una granfondo e di quante cose ci stanno dietro e di come, oltre alle granfondo, ci siano altre cose. Come le cicloturistiche, le randonée, le notturne, gli Stelvio Bike e i Sella Ronda Bike Day. Faremo di tutta una bici un fascio, insomma. Non mancate.
Ah dimenticavo, Quando? Dove? Martedì 3 marzo, da Upcycle Bike Café, a Milano, in via Ampére 59, ore 19:30.
Chi non viene, lo aspettano 12 Valcave. Consecutive.